Logo_Terra_Felix_Cooperativa_succivo
seguici su Instagram

Le fragole: falsi frutti dal sapore e dalle proprietà uniche

Di |2024-05-02T10:21:23+02:00Maggio 2nd, 2024|

La fragola è una delizia tra le più attese con l’arrivo delle prime giornate calde di primavera. Con il suo colore e profumo inconfondibile, questo succoso frutto, è disponibile in abbondanza durante il mese di maggio.

Le origini del frutto

Le fragole sono coltivate e apprezzate fin dall’antichità. Le prime fragole selvatiche crescevano in Europa e in Nord America e venivano raccolte e consumate dalle popolazioni indigene. In effetti la progenitrice della fragola si trova ancora nei boschi di bassa montagna nella sua forma spontanea: la fragolina di bosco. Mentre la fragola moderna è frutto di incroci selezionati tra diverse varietà.

Fragola: un falso frutto

La fragola appartiene alla famiglia delle piante del genere Fragaria a cui appartengono molte specie differenti. In realtà, contrariamente a quanto si possa pensare, le fragole non sono tecnicamente frutti, ma infruttescenze. I veri frutti sono invece i semini giallo-bruno posizionati sulla superficie della fragola che a loro volta contengono un semino unico.

La stagione delle fragole è relativamente breve, con il picco di produzione che cade tra aprile e giugno. È quindi il momento ideale per gustare le fragole e godere delle loro proprietà benefiche.

Alcuni dei principali nutrienti presenti nelle fragole:

Le fragole sono un’ottima fonte di vitamina C che svolge un ruolo chiave nel sostenere il sistema immunitario e per la salute della pelle. Sono poi ricche di fibre, che favoriscono la digestione, aiutano a regolare il livello di zucchero nel sangue e contribuiscono a mantenere il senso di sazietà.

Questi frutti sono ricchi di antiossidanti, come i flavonoidi, che possono contribuire a ridurre l’infiammazione e a proteggere le cellule dai danni causati dallo stress ossidativo.

Grazie all’abbondanza di vitamina C e di antiossidanti, le fragole possono contribuire a mantenere la pelle sana e luminosa, proteggendola dai danni causati dai radicali liberi e stimolando la produzione di collagene.

Dessert alle fragole

Le fragole possono essere consumate in molti modi diversi. Si possono mangiare fresche, aggiungere a insalate, frullare per smoothie o dolci, oppure utilizzare come guarnizione per dessert.

Noi vi proponiamo la ricetta per una deliziosa crostata monoporzione con ricotta di bufala campana, miele e fragole, perfetta da servire agli ospiti:

Ingredienti:

  • 100g di pasta frolla (puoi prepararla in casa o utilizzare quella pronta)
  • 100g di ricotta di bufala campana
  • 1-2 cucchiai di miele (a seconda del gusto)
  • Fragole fresche q.b.
  • Zeste di limone (facoltativo, per guarnire)

Procedimento:

  1. Preriscalda il forno a 180°C.
  2. Stendi la pasta frolla e ricava dei dischi di circa 10 cm di diametro (puoi usare degli stampini monoporzione per aiutarti).
  3. Adagia i dischi di pasta frolla negli stampini monoporzione, facendo attenzione a far aderire bene la pasta sui bordi. Punzecchia il fondo della pasta con una forchetta.
  4. Cuoci la pasta frolla in bianco per circa 15-20 minuti, o finché diventa leggermente dorata. Una volta cotta, lascia raffreddare le basi di frolla.
  5. Mentre le basi si raffreddano, prepara il ripieno mescolando la ricotta di bufala con il miele. Assaggia e aggiungi più miele se desideri una dolcezza maggiore.
  6. Una volta che le basi di frolla si sono raffreddate, riempile con il composto di ricotta e miele, distribuendolo uniformemente.
  7. Lavare e tagliare le fragole a fettine sottili. Adagiare le fettine di fragola sulla crema di ricotta e miele, disegnando una disposizione piacevole.
  8. Opzionale: guarnire con zeste di limone grattugiato per un tocco di freschezza.
  9. Servi le crostate monoporzione di ricotta di bufala, miele e fragole agli ospiti e goditi i complimenti!

Questo dessert è fresco, cremoso e pieno di sapore, perfetto per concludere un pasto con stile e raffinatezza. Buon appetito! 🍓🍰

fragole

Instagram

I Funghi Cardoncello: deliziosi e nutrienti funghi di stagione

Di |2024-02-02T10:02:12+01:00Febbraio 2nd, 2024|

Mangiare in modo sostenibile non è solo vantaggioso per il pianeta, ma anche per la nostra salute. La scelta di consumare prodotti di stagione non solo riduce l’impatto del trasporto alimentare, ma ci consente anche di variare la nostra dieta e stimolare la creatività in cucina.

Febbraio porta con sé un’ampia varietà di gustosi ortaggi che possiamo apprezzare. Tra questi spiccano le diverse varietà di cavolo come cavolfiori, cavolo verza, cavolini di Bruxelles e broccoli. Inoltre, possiamo godere di carote, finocchi, rape, spinaci e lattughe, tutti ingredienti che non solo arricchiscono il nostro palato ma forniscono preziosi nutrienti al nostro corpo.

Anche i funghi Pleurotus, noti come funghi orecchie di Giuda, sono tra le prelibatezze di stagione più attese dagli appassionati di cucina. Questi funghi, appartenenti alla famiglia Pleurotaceae, comprendono diverse specie, tra cui le più conosciute sono il Pleurotus ostreatus (più comunemente noto come orecchione) e il Pleurotus eryngii chiamato anche Cardoncello.

Il fungo Cardoncello

Il Cardoncello (Pleurotus eryngii) si riconosce per il suo gambo spesso e il cappello carnoso. È noto anche come “fungo del cardo” per via del suo habitat naturale, spesso trovato nei pressi di radici di cardo e altre piante erbacee. La sua stagionalità principale si colloca tra l’autunno e la primavera, con il periodo ideale per la raccolta che va da ottobre ad aprile. Questo fungo è diffuso in molte regioni, ed è particolarmente apprezzato in Italia, dove è coltivato con successo.

Proprietà Nutritive

Oltre al suo sapore unico, il cardoncello è apprezzato anche per le sue proprietà nutritive. È una fonte notevole di proteine, fibre, vitamine e minerali essenziali. Questo fungo è particolarmente ricco di potassio, fosforo, vitamina B, e presenta una quantità significativa di antiossidanti, contribuendo così a una dieta equilibrata.

Il Cardoncello in cucina

Si prestano a numerose preparazioni in cucina. Possono essere saltati in padella con aglio e prezzemolo, utilizzati per arricchire zuppe e risotti, o grigliati e serviti come contorno. Inoltre, la consistenza carnosa dei cardoncelli li rende ideali come sostituti della carne in molti piatti vegetariani e vegani, offrendo un’alternativa nutriente e saporita.

Inoltre, la loro capacità di assorbire sapori li rende perfetti per marinature e per essere utilizzati in abbinamento a formaggi, erbe aromatiche e spezie, consentendo una vasta gamma di opzioni culinarie.

In conclusione, i funghi Cardoncello sono una deliziosa aggiunta alla cucina di febbraio, offrendo non solo un sapore unico, ma anche benefici per la salute. La loro versatilità in cucina li rende un ingrediente amato da chef e appassionati di buon cibo in tutto il mondo.

 

 

Titolo

Torna in cima