terra-felix-logo-header
seguici su Instagram

Zucchina buona e salutare anche in friggitrice ad aria!

Di |2024-06-07T17:37:44+02:00Giugno 10th, 2024|

La zucchina, appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, è tra gli ortaggi più versatili e amati nella cucina mediterranea e non solo.

Apprezzata per il suo sapore delicato e la sua capacità di adattarsi a numerose preparazioni culinarie,  è anche un concentrato di nutrienti e benefici per la salute. 

Scopriamo insieme le proprietà nutritive, alcune curiosità e una ricetta salutare realizzata con la friggitrice ad aria.

La zucchina un concentrato di salute

La zucchina è un alimento a basso contenuto calorico, ricco di vitamine, minerali e antiossidanti. Le vitamine presenti, in particolare la vitamina C, aiutano a rafforzare il sistema immunitario e a proteggere le cellule dai danni ossidativi. Il potassio inoltre aiuta a regolare la pressione sanguigna, mentre il basso contenuto di grassi e sodio favorisce la salute del cuore. 

Le zucchine inoltre sono ricche d’acqua, circa il 95%, dunque sono ottime per mantenere l’idratazione e favorire la digestione.

Possono essere consumate crude, cotte, grigliate, al vapore, saltate in padella ma anche cotte in friggitrice ad aria.

Le friggitrici ad aria stanno guadagnando popolarità come metodo di cottura più salutare rispetto alla frittura tradizionale. Utilizzano aria calda circolante per cuocere il cibo, riducendo significativamente la quantità di olio necessario e quindi il contenuto calorico e di grassi delle pietanze. 

Chips di Zucchine con Friggitrice ad Aria

Ecco una ricetta semplice, veloce e salutare per preparare delle deliziose chips di zucchine.

Ingredienti:

  • 2 zucchine medie
  • 2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
  • 1/2 tazza di pangrattato
  • 1/4 tazza di parmigiano grattugiato
  • Sale e pepe q.b.
  • Erbe aromatiche a piacere (origano, timo, basilico)

Preparazione:

  • Lava e taglia le zucchine a rondelle sottili
  • In una ciotola, mescola le rondelle di zucchine con l’olio d’oliva, assicurandoti che siano ben ricoperte.
  • In un’altra ciotola, mescola il pangrattato, il parmigiano, il sale, il pepe e le erbe aromatiche. Passa ogni rondella di zucchina nella miscela di pangrattato, premendo leggermente per farla aderire.
  • Disponi le rondelle di zucchine in un singolo strato nel cestello della friggitrice ad aria. 
  • Cuoci a 200°C per circa 10-12 minuti, o finché non saranno dorate e croccanti, girandole a metà cottura.
  • Servi le chips di zucchine calde, accompagnate da una salsa di yogurt o una maionese leggera.

Le zucchine sono un ortaggio straordinario, ricco di nutrienti e benefici per la salute. Versatili e gustose, possono essere utilizzate in numerose preparazioni culinarie. Utilizzando la friggitrice ad aria, è possibile preparare snack deliziosi e croccanti con meno olio, rendendoli una scelta più salutare rispetto alla frittura tradizionale. Un’alternativa gustosa e nutriente che tutta la famiglia amerà!

 

Seguici su:

Facebook e Instagram

Le fragole: falsi frutti dal sapore e dalle proprietà uniche

Di |2024-05-02T10:21:23+02:00Maggio 2nd, 2024|

La fragola è una delizia tra le più attese con l’arrivo delle prime giornate calde di primavera. Con il suo colore e profumo inconfondibile, questo succoso frutto, è disponibile in abbondanza durante il mese di maggio.

Le origini del frutto

Le fragole sono coltivate e apprezzate fin dall’antichità. Le prime fragole selvatiche crescevano in Europa e in Nord America e venivano raccolte e consumate dalle popolazioni indigene. In effetti la progenitrice della fragola si trova ancora nei boschi di bassa montagna nella sua forma spontanea: la fragolina di bosco. Mentre la fragola moderna è frutto di incroci selezionati tra diverse varietà.

Fragola: un falso frutto

La fragola appartiene alla famiglia delle piante del genere Fragaria a cui appartengono molte specie differenti. In realtà, contrariamente a quanto si possa pensare, le fragole non sono tecnicamente frutti, ma infruttescenze. I veri frutti sono invece i semini giallo-bruno posizionati sulla superficie della fragola che a loro volta contengono un semino unico.

La stagione delle fragole è relativamente breve, con il picco di produzione che cade tra aprile e giugno. È quindi il momento ideale per gustare le fragole e godere delle loro proprietà benefiche.

Alcuni dei principali nutrienti presenti nelle fragole:

Le fragole sono un’ottima fonte di vitamina C che svolge un ruolo chiave nel sostenere il sistema immunitario e per la salute della pelle. Sono poi ricche di fibre, che favoriscono la digestione, aiutano a regolare il livello di zucchero nel sangue e contribuiscono a mantenere il senso di sazietà.

Questi frutti sono ricchi di antiossidanti, come i flavonoidi, che possono contribuire a ridurre l’infiammazione e a proteggere le cellule dai danni causati dallo stress ossidativo.

Grazie all’abbondanza di vitamina C e di antiossidanti, le fragole possono contribuire a mantenere la pelle sana e luminosa, proteggendola dai danni causati dai radicali liberi e stimolando la produzione di collagene.

Dessert alle fragole

Le fragole possono essere consumate in molti modi diversi. Si possono mangiare fresche, aggiungere a insalate, frullare per smoothie o dolci, oppure utilizzare come guarnizione per dessert.

Noi vi proponiamo la ricetta per una deliziosa crostata monoporzione con ricotta di bufala campana, miele e fragole, perfetta da servire agli ospiti:

Ingredienti:

  • 100g di pasta frolla (puoi prepararla in casa o utilizzare quella pronta)
  • 100g di ricotta di bufala campana
  • 1-2 cucchiai di miele (a seconda del gusto)
  • Fragole fresche q.b.
  • Zeste di limone (facoltativo, per guarnire)

Procedimento:

  1. Preriscalda il forno a 180°C.
  2. Stendi la pasta frolla e ricava dei dischi di circa 10 cm di diametro (puoi usare degli stampini monoporzione per aiutarti).
  3. Adagia i dischi di pasta frolla negli stampini monoporzione, facendo attenzione a far aderire bene la pasta sui bordi. Punzecchia il fondo della pasta con una forchetta.
  4. Cuoci la pasta frolla in bianco per circa 15-20 minuti, o finché diventa leggermente dorata. Una volta cotta, lascia raffreddare le basi di frolla.
  5. Mentre le basi si raffreddano, prepara il ripieno mescolando la ricotta di bufala con il miele. Assaggia e aggiungi più miele se desideri una dolcezza maggiore.
  6. Una volta che le basi di frolla si sono raffreddate, riempile con il composto di ricotta e miele, distribuendolo uniformemente.
  7. Lavare e tagliare le fragole a fettine sottili. Adagiare le fettine di fragola sulla crema di ricotta e miele, disegnando una disposizione piacevole.
  8. Opzionale: guarnire con zeste di limone grattugiato per un tocco di freschezza.
  9. Servi le crostate monoporzione di ricotta di bufala, miele e fragole agli ospiti e goditi i complimenti!

Questo dessert è fresco, cremoso e pieno di sapore, perfetto per concludere un pasto con stile e raffinatezza. Buon appetito! 🍓🍰

fragole

Instagram

I Friarielli: gusto e salute in un solo mazzo!

Di |2024-03-01T09:27:42+01:00Marzo 1st, 2024|

Mentre aspettiamo l’arrivo della primavera, le belle giornate e i picnic all’aperto, approfittiamo delle verdure di marzo per fare ancora scorpacciata di vitamine e minerali utili a rinforzare il nostro sistema immunitario.

A marzo infatti la verdura invernale è ancora la protagonista, con deliziose varietà di verdure a foglia verde tra cui cavoli, barbabietole e rape insieme a finocchi, carote e patate. 

I friarielli napoletani

Ma c’è anche un’altra verdura che non possiamo lasciarci sfuggire: i friarielli napoletani! 

I friarielli sono le infiorescenze appena sviluppate della pianta Brassica rapa e sono tipici della cucina napoletana e campana.

Hanno foglie tenere e cime succulente. La loro caratteristica forma a mazzetto e il colore verde scuro li rendono facilmente riconoscibili. Il loro sapore è unico: una piacevole combinazione di dolcezza e leggero amaro, che si sposa alla perfezione con la cucina mediterranea.

Origine del nome

Al di fuori della Campania sono conosciuti ai più come “cime di rapa” o “broccoli di rapa” e in effetti proprio sull’origine del nome “friarielli” si sono avanzate diverse ipotesi.

Un’ipotesi circa il nome friariello afferma che la parola derivi dal castigliano “frio-grelos” che significa broccoletti invernali. Altri, invece, pensano che abbia origine da “frijere” che in napoletano significa friggere.

Proprietà nutritive dei friarielli

I friarielli sono una fonte preziosa di vitamina A, vitamina C, vitamina K, vitamina B6, calcio, potassio, ferro e folati. Questi nutrienti sono importanti per il corretto funzionamento del corpo e contribuiscono a mantenere la salute di ossa, muscoli, pelle e sistema immunitario.

I friarielli sono poi ricchi di fibre, fondamentali per la salute del sistema digerente. Le fibre favoriscono il transito intestinale, aiutano a regolare il livello di zucchero nel sangue e contribuiscono a mantenere un peso corporeo sano.

friarielli

Come cucinare i friarielli

I friarielli sono estremamente versatili e possono essere utilizzati in numerose ricette. Si prestano bene alla preparazione di primi piatti, come la celebre “pasta con i friarielli”, ma sono deliziosi anche come contorno o condimento per pizza e focaccia. La loro consistenza croccante li rende perfetti anche per essere saltati in padella con aglio, olio e peperoncino.

Ma il piatto più iconico della cucina napoletana è salsiccia e friarielli, un connubio di sapori robusti e irresistibili. 

Qui la ricetta:

Ingredienti:
  • 400g di salsiccia fresca napoletana
  • 500g di friarielli
  • Olio extravergine d’oliva
  • Peperoncino (facoltativo)
  • Sale q.b.
Preparazione:

1. Pulisci accuratamente i friarielli eliminando le parti dure e lavandoli sotto acqua corrente.

2. Taglia la salsiccia fresca a pezzi della dimensione desiderata.

3. In una padella capiente, fai scaldare un filo d’olio extravergine d’oliva e aggiungi la salsiccia.

4. Fai rosolare la salsiccia fino a quando non risulterà dorata e croccante.

5. Aggiungi i friarielli alla padella e cuoci a fuoco medio fino a quando saranno appassiti e teneri.

6. Aggiusta di sale e, se gradito, aggiungi del peperoncino per un tocco di piccantezza.

7. Servi caldo e gusta il piacere autentico della cucina napoletana.

Curiosità

Una leggenda vuole che il connubio tra salsiccia e friarielli nasca dall’idea di un ambulante, che non avendo nessun contorno da abbinare alla salsiccia di maiale, provò le amarissime cime di rapa tanto denigrate dai nobili cuochi. Da qui il detto proverbiale napoletano: “A sasicc è a mort d’ ‘o friariell”.

Titolo

Torna in cima